TANGERINE DREAM – RAUM (album, 2022)

1071
Tangerine Dream - Raum (copertina)

La nuova formazione dei Tangerine Dream ci sta abituando ad alti standard di musica di estrazione cosmica, cosa che si conferma anche per questo nuovo album denominato “Raum“, disponibile anche su doppio vinile.

Tralasciamo per ora la narrazione della lunga storia di un gruppo con alle spalle più di cinquant’anni di vita. Gruppo che ha contribuito in modo importante, se non decisivo nella definizione del suono della scuola di Berlino, del krautrock e di tutto il movimento tedesco dei corrieri cosmici dell’allora nascente “nuova” musica elettronica degli anni’70, grazie ad un lessico timbrico musicale fatto di sequenze rigorosamente analogiche.

Come non citare quindi il fondamentale contributo di Edgar Froese tra i padri fondatori della band. Come non fare il nome di Johannes Shmoelling tastierista che subentrò poi negli anni ’80.

Il loro suono nelle decadi successive ha influenzato artisti del calibro dei Future Sound of London e di un pò tutta la nuova scuola della cosmic ambient degli anni’90. Ci tornano alla mente ad esempio le produzioni dell’etichetta Rising High famosa per le mastodontiche quanto imperdibili sue compilations denominate “ChillOut or Die”.

Ora, l’attitudine primordiale dei Tangerine Dream ce la ritroviamo da qualche annetto auto-installata su altri nuovi musicisti, tutti o quasi di discendenza diretta di chi fece parte integrante nelle decadi precedenti dello storico super gruppo. E questa caratteristica non può che essere un bene da preservare nel tempo.

Nell’approccio emozionale, che poi è quello che più ci interessa, Raum conferma quindi la stessa propensione per la musica che favorisce la straniazione e la riflessione. L’educazione cosmica dei padri sembra sia stata trasmessa nel modo più efficace presso il proprio albero genealogico più o meno diretto. E questo non può che rallegrarci. Un patrimonio che non finisce disperso tra gli archivi della nostalgia e le aule della vecchia scuola, ma che anzi, si auto rigenera di nuova linfa per una nuova vita.
Già dai primi minuti di ascolto il disco prende il volo per non scendere più fino al termine.

(H501L, voto 8,5)

Tangerine Dream – Raum (album) su Bandcamp

Articolo precedenteDj Elettrodo – KK monography mixtape II (2022)
Prossimo articoloGianluca Diana – South-global afro-futurism mixtape (2022)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here