Morgan – Battiato (mi spezza il cuore) (singolo, 2022)

711
Morgan - Battiato (mi spezza il cuore) [copertina]

Nuovo singolo riproposto in più versioni per Morgan, brano secondo molti punti di vista ingiudicabile. Spieghiamo perchè:

Morgan è un artista puro. Puro perchè ogni volta che intraprende una direzione lo fa senza risparmio e senza valutare le conseguenze delle proprie azioni. Conseguenze che alla fine finisce per pagare sempre di tasca sua, senza voler entrare nel merito delle sue cronache più o meno recenti.

Decidere di pubblicare un brano dedicato a un gigante della statura di Franco Battiato a pochi mesi dalla sua scomparsa, è un gesto forte che non può passare comunque inosservato. Battiato inteso come artista multidisciplinare con cui Marco Castoldi, in arte Morgan, intraprese, finchè era in vita, un sincero rapporto amichevole e professionale.

Il testo da solo guida il parametro emozionale. Il resto della canzone intesa come insieme di cantabilità melodica tra accordi ed armonie, forse volutamente non è di quelle che si fa ricordare. Anche se tra le piegature dell’arrangiamento, non mancano talune dotte micro-citazioni dal repertorio classico di Battiato, dove abbiamo riconosciuto richiami a “La stagione dell’amore” e “Come un cammello in una grondaia”. Tuttavia l’operazione nel suo insieme rischia di lasciare un pò interdetto l’ascoltatore.

Immagino alcuni dilemmi che magari si sarà posto l’autore durante la stesura: somigliare nello stile a Battiato? o al Morgan di qualche periodo in particolare? oppure a nessuno dei due? Dietro dunque quale lessico esprimersi? Può bastare nella prosa quello dell’ammirazione e il dolore per la mancanza per l’amico / artista / maestro recentemente scomparso? Forse no. Morgan poteva prendere quindi diverse direzioni ma finisce per non prenderne neanche una. O forse le prende tutte ma nessuna con convinzione.

E qui una riflessione sorge spontanea. Forse suo malgrado, Morgan si sarà abituato a dare il meglio di sè artisticamente in un contesto di contrapposizione dicotomica? In fondo, compreso lo scrivente, chi è che non ha tifato per lui quando ebbe a che fare con un dimenticabile pseudo-cantante e suo arrogante entourage annesso, durante un celeberrimo festival di canzonette?
Aggiungiamoci poi altre liti che, secondo talune cronache del gossip si sono estese anche nella sua sfera più intima e privata.
Non abbiamo dati certi ma sulla contrapposizione conflittuale Morgan ha probabilmente anticipato e superato di gran lunga la moda del dissing tanto in voga tra vocalist rap e trappettari nostrani. E’ vero che il conflitto acuisce le differenze ma non è affatto assodato che ciò sia sempre un bene, ma questo è un altro discorso.

Bene, ora però, nel momento in cui finalmente viene a mancare ogni tipo di contrapposizione contro qualcuno o qualcosa, quale migliore occasione per dare slancio al meglio di sè? quale fotografia potremmo quindi trarre del Morgan artista oggi attraverso questo brano? Strano a dirsi ma “Battiato (mi spezza il cuore)” elude la risposta a tutte queste domande. E forse delude anche un pò.

Un brano probabilmente non destinato agli altri quanto invece a sè stesso. E fin qui niente di male. Come in una privata elaborazione della perdita e del lutto.
Purtroppo temo però di non poterlo annoverare tra quelli che si ha voglia di ascoltare e riascoltare, anche come sollievo da questa torrida e afosa estate, andata ormai ben oltre i limiti della sopportabilità climatica.

Durante l’ascolto confesso però di aver avuto un fremito quando ho sentito la voce stropicciarsi durante la parola “sperimentale”. Ho sperato fosse tipo un preludio ad un vortice successivo di destrutturazione timbrico armonica in stile Hyperpop, ma ahimè, la speranza si è infranta già da mezzo secondo dopo. Peccato.

In un tributo a Battiato mi sarei aspettato maggior coraggio. O almeno che il termine “sperimentale” fosse stato un pochino più applicato nella sostanza anzichè essere  liquidato in modo così sbrigativo, giusto il tempo della frazione di secondo in cui quella parola viene pronunciata.
Pazienza, sarà per un’altra volta. Chissà.

(H501L: senza voto)

Articolo precedenteH501L – Hyperpop Psychedelic mixtape 17 (August 2022)
Prossimo articoloAmptek Alex Marenga in voce – Speciale Blade Runner Vangelis, parte 2 (2022)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here